Giugno 2019

Sole

• 01 giugno: sorge alle 05:36 e tramonta alle 20:45
• 15 giugno: sorge alle 05:32 e tramonta alle 20:53
• 30 giugno: sorge alle 05:36 e tramonta alle 20:56

 

Alle ore 17:54 TMEC (15:54 TU) del 21 giugno: Solstizio d’Estate.

Nel giorno più lungo dell’anno il sole sorge alle 05:33 e tramonta alle 20:55. La luce del giorno dura 15 ore e 22 minuti.

Fasi Lunari

• 03 giugno: Luna Nuova
• 10 giugno: Luna al Primo Quarto
• 17 giugno: Luna Piena
• 25 giugno: Luna all’Ultimo Quarto

Il giorno 8 giugno alle ore 01:15 la Luna raggiungerà il perigeo (368.504 km), mentre il giorno 23 maggio alle ore 09:49 raggiungerà l’apogeo (404.548 km).

OSSERVABILITA’ DEI PIANETI

Mercurio è visibile al tramonto per l’intero mese in un’apparizione abbastanza favorevole: a partire dal giorno 3 e fino al 30 cala dopo il termine del crepuscolo nautico. Il veloce moto diretto da cui è animato lo porta ad avvicinare Marte per gran parte del mese, transitando 1’ a sud di Epsilon Geminorum il 10, e superando 14’ a nord il pianeta rosso il giorno 18. Il 21 è in congiunzione con Polluce, 5°.7 a sud di Beta Geminorum, mentre il 24 raggiunge la massima elongazione orientale dal Sole di 25°.2.

Venere è visibile all’alba, sempre più basso sull’orizzonte: per buona parte del mese sorge poco meno di un’ora prima del Sole, quando gran parte degli altri astri sono già scomparsi tra le luci del crepuscolo, ed è osservabile solo grazie alla sua elevata luminosità.

La lunga visibilità serale di Marte volge al termine: il pianeta, che sta velocemente attraversando la costellazione dei Gemelli, si immerge sempre più profondamente nelle luci del tramonto e alla fine del mese cala approssimativamente al termine del crepuscolo nautico divenendo inosservabile. Il 18 viene affiancato da Mercurio che lo supera 14’ più a nord; il 23 è in congiunzione con Polluce, 5°.6 a sud di Beta Geminorum.

Giove è in opposizione al Sole il giorno 10 e per tutto il mese risulta osservabile dal tramonto all’alba nelle migliori condizioni a sud di Sabik, Eta Ophiuchi, con cui è in congiunzione, 6°.6 a sud della stella di magnitudine +2.4, il giorno 16.

Saturno è visibile per quasi tutta la notte alcuni gradi a est della stella Pi Sagittarii alla quale va progressivamente avvicinandosi. A fine mese sorge poco dopo il tramonto del Sole.

Urano torna ad essere osservabile al mattino il giorno 9, dapprima con qualche difficoltà ma la sua visibilità va migliorando e a fine mese sorge un’ora dopo la mezzanotte locale. Si trova nell’Ariete, una decina di gradi a sud di Hamal (Alfa Arietis).

Nettuno è in quadratura con il Sole il giorno 9 e risulta visibile nella seconda parte della notte 1° a nordest di Phi Aquarii e 24’ a sud di 96 Aquarii, rispettivamente di magnitudine +4.2 e +5.6. Il giorno 22 è stazionario, quindi assume moto retrogrado.

CARTE DEL CIELO

Visualizza o scarica le mappe del cielo realizzate con Cartes du Ciel in formato PDF:

– osservatorio: Montepulciano
– data: 15 giugno 2019
– orario: 22:00
– coordinate: altazimutali